BANDO DI CONCORSO (num.371 prot. 1998 VII/16.3.5) PER L'ATTRIBUZIONE DI 1 BORSA DI STUDIO
(emesso ai sensi del Regolamento sulle borse di studio emanato con D.R. n.743 del 03/06/2009)

Art. 1 - Oggetto

     La struttura DIPARTIMENTO DI FISICA E ASTRONOMIA bandisce un concorso Per soli titoli per il conferimento di 1 borsa di studio a giovani laureati che saranno impegnati in un'attività di studio nell'ambito del progetto di ricerca dal titolo: "Modellistica idrodinamica della Sacca di Goro", nell'ambito del piano di formazione allegato. Il borsista svolgerà la sua attività sulla base del piano di formazione allegato al presente bando e sotto la supervisione di un tutor, individuato dalla struttura nel Prof. NADIA PINARDI.

Art. 2 - Importo e durata

     La borsa di studio ammonta a 16.550,00 €. Tale importo si intende al lordo degli oneri a carico del borsista, ma al netto di quelli a carico dell'ente. La borsa, che sarà erogata mensilmente, è conferita per un periodo di 12 mesi e potrà essere rinnovata per un periodo massimo di 12 mesi. La borsa di studio non dà luogo a trattamenti previdenziali. Il godimento della borsa non implica un rapporto di lavoro, essendo finalizzata alla sola formazione del borsista ed è sottoposta al regime fiscale previsto dalla legge. Il titolare della borsa gode dell'assicurazione contro gli infortuni previo versamento del contributo richiesto, che verrà trattenuto sulla prima rata della borsa di studio.

Art. 3 - Requisiti d'ammissione al concorso

     Per partecipare alla selezione per il conferimento delle borse di studio occorre essere in possesso della Laurea in Fisica del Sistema Terra conseguita da non più di due anni.

Il titolo di studio di cui al precedente comma deve essere posseduto alla data di scadenza del bando medesimo.

Art. 4 - Presentazione delle domande

     La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata utilizzando lo schema allegato disponibile sul sito : https://www.aric.unibo.it/Borse/BandiPubblicati/ e dovrà pervenire a pena di esclusione entro il giorno 05/01/2018 al seguente recapito:
Direttore DIPARTIMENTO DI FISICA E ASTRONOMIA , Viale Berti Pichat 6/2, 40127, BOLOGNA.

La domanda di partecipazione al concorso (All. 1), in carta semplice, dovrà essere presentata o fatta pervenire tramite corriere/servizio postale entro la data di scadenza del bando negli orari di apertura al pubblico dell'ufficio (dal lunedi al venerdi dalle ore 9 alle ore 12.30, Ufficio Contratti, Amministrazione).

Nel caso di spedizione, farà fede il timbro di ricevimento della struttura.

Non verranno prese in considerazione le domande consegnate o pervenute oltre tale data.

Nella domanda ciascun candidato dovrà indicare, sotto la propria responsabilità:

1) cognome e nome, data e luogo di nascita, residenza e cittadinanza;

2) titolo di studio, voto, data e sede di conseguimento;

3) di non aver riportato condanne penali, precisando in caso contrario, quali condanne abbia riportato;

4) indirizzo presso il quale desidera che gli siano fatte pervenire tutte le comunicazioni relative al concorso e recapito telefonico.

Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati i seguenti documenti :

     a) certificato di laurea recante le singole votazioni degli esami e voto finale;

     b) copia della tesi di laurea;

     c) eventuali altri titoli e/o attestati di attività presso Istituti di Ricerca italiani ed esteri;

     d) curriculum documentato;

     e) eventuali pubblicazioni;

     f) fotocopia di un documento d'identità.

I cittadini italiani e dell'Unione Europea, possono autocertificare i titoli accademici, professionali, ecc., secondo quanto previsto dagli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000.

I cittadini di Stati non appartenenti all'Unione Europea, regolarmente soggiornanti in Italia o autorizzati a soggiornare nel territorio dello Stato, devono attenersi a quanto disposto dai commi 2 e 3 dell'art. 3 del DPR 445/2000.

Al di fuori dei casi di cui ai commi sopracitati, gli stati, le qualità personali e i fatti, sono documentati mediante certificati o attestazioni rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero, corredati di traduzione in lingua italiana autenticata dall'autorità consolare italiana che ne attesta la conformità all'originale, dopo aver ammonito l'interessato sulle conseguenze penali della produzione di atti o documenti non veritieri.

L'Amministrazione si riserva di effettuare controlli sulla veridicità di quanto dichiarato. Ferme restando le sanzioni penali previste dall'art. 76 del DPR 445/2000, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dalla borsa di studio.

Art. 5 - Valutazione dei candidati e Nomina del vincitore

     La valutazione comparativa dei candidati sarà effettuata da una Commissione giudicatrice nominata dal Consiglio della Struttura e formata dai seguenti membri:

     - Prof.ssa Nadia Pinardi
     - Prof. Marco Zavatarelli
     - Dott. Francesco Trotta

Il punteggio sarà attribuito secondo il seguente schema:

50/100 punti per il voto di Laurea Magistrale 40/100 punti per tema della tesi attinente i temi del bando 10/100 punti altre pubblicazioni/manoscritti

Art. 6 – Il Conferimento

     Al termine della valutazione la Commissione con motivata relazione formulerà una graduatoria generale di merito che sarà affissa nella sede della struttura, con l'indicazione della decorrenza (che sarà proposta dal Responsabile della ricerca).

Il Direttore/Presidente della struttura provvederà con proprio decreto all'approvazione della graduatoria formulata dalla Commissione e a nominare il vincitore della selezione.

Art. 7 - Accettazione della borsa

     Nel termine di 10 giorni dalla data di ricevimento della notizia di conferimento della borsa, l'assegnatario dovrà far pervenire alla struttura, pena la decadenza, la dichiarazione di accettare, senza riserve e alle condizioni del bando di concorso, la borsa medesima. Si considereranno presentate in tempo utile le dichiarazioni spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine farà fede il timbro e la data dell'ufficio postale di accettazione. Con detta dichiarazione l'assegnatario della borsa dovrà inoltre dare esplicita assicurazione, sotto la propria responsabilità, di non incorrere nei divieti e nelle incompatibilità previsti dal bando. Gli stessi dovranno impegnarsi a comunicare qualsiasi variazione, rispetto a quanto dichiarato che possa intercorrere nell'anno.

Art. 8 - Obblighi del borsista

     Il titolare della borsa è tenuto a svolgere l'attività di studio cui essa è finalizzata attenendosi al programma formativo predisposto dal tutor e sotto la sua supervisione.

Al termine del periodo di studio deve presentare al Consiglio della struttura una relazione finale sull'attività svolta ed i risultati conseguiti, accompagnata dal parere del tutor. Tutti i dati e le informazioni di carattere tecnico, amministrativo, scientifico e didattico di cui il borsista entra in possesso durante lo svolgimento dell'attività di studio e di ricerca devono essere considerati riservati e pertanto non ne è consentito un uso per scopi diversi da quelli di studio per i quali la borsa è attribuita.

Art. 9 – Interruzione dell'attività e sospensione della borsa

     L'attività oggetto della borsa è interrotta unicamente nei periodi di assenza dovuti a maternità o malattia prolungata. In tali periodi è sospesa l'erogazione della borsa.

La struttura dovrà adottare le opportune misure per la tutela della sicurezza e della salute della borsista nel periodo di gravidanza, puerperio e allattamento, secondo le norme vigenti. I borsisti sono comunque tenuti a comunicare alla struttura il verificarsi delle suddette condizioni, non appena accertate.

L'attività di studio si protrae per il residuo periodo ai fini della realizzazione del piano di formazione, riprendendo a decorrere dalla data di cessazione della causa di sospensione.

Art. 10 – Divieto di cumulo e incompatibilità

     Non è ammesso il cumulo con altre borse di studio a qualsiasi titolo conferite. Il godimento della borsa è incompatibile con qualsiasi rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

Lo svolgimento di attività di lavoro autonomo o subordinato a tempo determinato è compatibile con la borsa di studio soltanto se preventivamente autorizzato dal Consiglio della struttura, o organo da esso delegato, previa acquisizione del parere motivato del tutor e verificato che l'attività di lavoro non pregiudichi il regolare svolgimento del percorso formativo.

Ai fini dei divieti e delle incompatibilità di cui al presente articolo, all'atto dell'accettazione della borsa di studio, il vincitore effettua apposita dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, impegnandosi a comunicare alla struttura qualsiasi variazione rispetto a quanto dichiarato, contestualmente al verificarsi della variazione stessa.

Art. 11 - Decadenza e rinuncia

     

Decadono dal diritto a ricevere la borsa coloro che:

- entro il termine e con le modalità indicate nel bando di concorso, non accettino espressamente la borsa di studio, fatte salve le ragioni di coloro che si siano trovati nell'impossibilità di farlo per motivi di salute o cause di forza maggiore debitamente comprovate;

- forniscono false dichiarazioni oppure omettono le comunicazioni di cui all'art. 10 del presente regolamento, fatte salve le ulteriori sanzioni previste dalle norme vigenti;

- non ottemperano agli obblighi di cui all'art. 8.

La decadenza è dichiarata con apposito provvedimento del Direttore della struttura.

Il titolare della borsa di studio può rinunciarvi con apposita comunicazione scritta indirizzata al Direttore della struttura. In questo caso, a giudizio insindacabile della Commissione Giudicatrice, la borsa di studio, o la parte restante di essa, sarà messa a disposizione dei concorrenti classificati idonei, secondo l'ordine della graduatoria.

Art. 12 - Trattamento dei dati personali

     

I dati personali raccolti saranno trattati nel rispetto dei principi e delle disposizioni del Decreto Legislativo n. 196/2003 in materia di tutela della riservatezza e comunque esclusivamente per le finalità di gestione della procedura concorsuale.

Il trattamento dei dati verrà effettuato sia mediante sistemi informatici che in forma manuale con mezzi cartacei. La resa dei dati richiesti è condizione obbligatoria per la gestione della procedura concorsuale.

Il Titolare del trattamento è individuato nell'Alma Mater Studiorum Università di Bologna, con sede in Bologna, Via Zamboni n.33.

Il Responsabile del trattamento per l'esercizio dei diritti di cui al citato art. 7 è il Direttore del Dipartimento Prof. Nicola Semprini Cesari.

Art. 13 - Norme finali

     Il presente bando sarà pubblicato mediante affissione all'Albo della struttura e sul sito web (https://www.aric.unibo.it/Borse/BandiPubblicati/).



In data, giovedì 7 dicembre 2017

IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO     
PROF. NICOLA SEMPRINI CESARI